Come i serramenti aiutano nell’isolamento termico della casa

Avere una casa calda d’inverno e fresca d’estate è il sogno di chiunque; sogno che spesso si trasforma in un incubo se ci ritroviamo a boccheggiare in veranda nel mese d’agosto o a battere i denti sotto le coperte a gennaio.

E prendere la strada facile, come quella di munirsi di condizionatori o tenere costantemente acceso il riscaldamento potrebbe essere una scelta fattibile, ma sicuramente molto dispendiosa.

La soluzione a molti di questi problemi, proposta da numerose aziende del settore dei serramenti Rimini o dei serramenti Milano (ma praticamente ci sono imprese specializzate in ogni città italiana), è quella di munirsi dei giusti serramenti per la nostra abitazione, una scelta che non solo fa il bene del nostro stato psicofisico, ma anche del portafogli.

Dei buoni serramenti godono infatti di capacità isolanti che garantiscono il mantenimento di una temperatura gradevole durante tutto l’anno, e questo è possibile grazie ai particolari materiali con cui vengono realizzati gli infissi di ultima generazione, come il PVC, l’alluminio e il legno.

Un buon serramento deve resistere agli agenti atmosferici esterni e all’umidità interna della casa, essere immune a deformazioni dovute da sbalzi di temperatura e, soprattutto, isolare alla perfezione l’ambiente esterno da quello interno, al fine di evitare l’entrata dei ben noti e fastidiosi spifferi. Per questa ragione, è importante non solo verificare la qualità dei materiali, ma assicurarsi che le guarnizioni siano adeguatamente installate e, se tutto ciò dovesse risultare ancora insufficiente, ricorrere a soluzioni alternative come l’istallazione di doppi vetri fono e termoassorbenti.

A queste accortezze base ma necessarie per ottenere un buon isolamento della casa se ne possono aggiungere altre, come l’installazione di tendaggi pesanti da porre davanti a porte e finestre (se esterna, la tenda contribuirà anche a prolungare la vita del serramento), oppure l’inserimento di pannelli isolanti nei cassoni delle tapparelle, la prima causa di formazione di spifferi nelle case.

Scegliere prodotti di qualità potrebbe essere dispendioso, ma si tratta di una spesa che verrà ammortizzata a medio e lungo termine, e ciò sarà verificabile semplicemente guardando le bollette. Soluzioni di ultima generazione come quella di vetri basso emissivi o di legno appositamente realizzato per l’isolamento termico non vanno, pertanto, escluse a priori.